Importante aggiornamento legislativo per gli e-commerce che operano nel mercato UE a seguito del regolamento n. 524/2013 del Parlamento Europeo del 21 maggio 2013, relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori (consultabile qui). In base all’articolo 14 del regolamento, tutti gli e-commerce, con sede nel mercato dell’Unione, sono tenuti a inserire un link alla piattaforma ODR nei loro siti e un indirizzo e-mail dove il consumatore può contattare il commerciante.

L’articolo 14 del regolamento sancisce che:

  1. I professionisti stabiliti nell’Unione che operano mediante contratti di vendita o servizi online e i mercati online stabiliti nell’Unione, forniscono nei loro siti web un link elettronico alla piattaforma ODR. Tale link deve essere facilmente accessibile ai consumatori. I professionisti stabiliti nell’Unione operanti mediante contratti di vendita o di servizi online indicano altresì i propri indirizzi di posta elettronica.
  2. I professionisti stabiliti nell’Unione, che operano mediante contratti di vendita o servizi online, che si sono impegnati o sono tenuti a ricorrere a uno o più organismi ADR per la risoluzione delle controversie con i consumatori, informano i consumatori in merito all’esistenza della piattaforma ODR e alla possibilità di ricorrere alla piattaforma ODR per risolvere le loro controversie. Essi forniscono un link elettronico alla piattaforma ODR sui loro siti web e, se l’offerta è fatta mediante posta elettronica, nella posta elettronica stessa. Le informazioni sono fornite altresì, se del caso, nelle condizioni generali applicabili ai contratti di vendita e di servizi online.

La piattaforma ODR

La piattaforma ODR ( Online Dispute Resolution) è un nuovo servizio a disposizione dei consumatori che permette ai residenti nel territorio dell’Unione di presentare dei reclami non giudiziari realativi a contratti stipulati online per acquisto di beni o di servizi. In alcuni stati membri (Belgio, Germania, Lussemburgo, Polonia) è anche possibile presentare un reclamo da parte dei commercianti verso i loro consumatori.

Quali modifiche devi apportare al tuo e-commerce

In base all’art. 14 tutti i possessori di siti internet, con sede nell’Unione Europea, ove il consumatore può concludere l’acquisto di beni e servizi online, sono tenuti a informare gli utenti della possibilità di avvalersi della piattaforma ODR per la risoluzione di eventuali controversi o dispute. Quindi all’interno delle tue condizioni di vendita o della sezione Diritto di recesso o Resi e Garanzia devi aggiungere una dicitura informativa, il link alla piattaforma ODR e l’indirizzo e-mail dove i tuoi clienti possono contattarti.

Rimaniamo in contatto?

Metti mi piace alla mia pagina Facebook 🙂

Come modificare le condizioni di vendita

Lo staff di Iubenda, società specializzata nella generazione delle privacy policy e termini e condizioni per i siti internet, consiglia questo testo:

Risoluzione online delle controversie per i consumatori: il consumatore residente in Europa deve essere a conoscenza del fatto che la Commissione Europea ha istituito una piattaforma online che fornisce uno strumento di risoluzione alternativa delle controversie. Tale strumento può essere utilizzato dal consumatore europeo per risolvere in via non giudiziale ogni controversia relativa a e/o derivante da contratti di vendita di beni e servizi stipulati in rete. Di conseguenza, se sei un consumatore europeo, puoi usare tale piattaforma per la risoluzione di ogni disputa nascente dal contratto online stipulato con il Titolare. La piattaforma è disponibile al seguente link (https://webgate.ec.europa.eu/odr). Il Titolare è disponibile a rispondere ad ogni quesito inoltrato via email all’indirizzo (indirizzo di posta elettronica del commerciante).”

Link e fonti

Regolamento n. 524/2013 del Parlamento Europeo del 21 maggio 2013

Piattaforma ODR

Iubenda

© Mirko Maiorano

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami