In questo articolo trovi consigli utili su come sfruttare la pubblicità all’interno di Facebook per un sito e-commerce.

Facebook Ads offre diverse tipologie di campagne pubblicitarie, ognuna di esse collegate e ottimizzate per uno obiettivo specifico:

  • Incrementa le conversioni sul tuo sito;
  • Vendita dei prodotti del catalogo (novità);
  • Richiesta di offerte;
  • Clic sul sito web;
  • Acquisizione di contatti.

Incrementa le conversioni sul tuo sito

Questa campagna pubblicitaria ha come scopo quello di pubblicizzare uno o più prodotti (carosello) all’interno degli spazi pubblicitari del social network, ovvero:

  • parte centrale del feed di news;
  • in tutte le pagine con la colonna a destra;
  • all’interno delle applicazioni mobile di Facebook;
  • all’interno del social network Instagram (novità);

La grande opportunità, che offre questa campagna, è quella di poterla dividere in gruppi di annuncio e assegnare a ognuno di essi un pubblico di destinazione diverso. In termini pratici, questo si traduce nella possibilità di promuovere un prodotto, o una linea di prodotti, a una cerchia ristretta di persone che hanno interessi o caratteristiche inerenti i prodotti stessi; per esempio potrei promuovere un set per fare il sushi in casa a chi ama la cucina giapponese.

Inoltre Facebook, grazie al proprio sistema pubblicitario, è capace di ottimizzare la visualizzazione degli annunci pubblicitari, all’interno del gruppo di persone da noi indicato, raccogliendo i dati sui risultati ottenuti tramite un pixel (codice di monitoraggio) installato su pagine specifiche del nostro sito.

Il mio consiglio è quello di utilizzare questo obiettivo per campagne a medio / lungo termine cercando di modificare o sostituire esclusivamente gli annunci, ovvero i prodotti pubblicizzati, mantenendo la coerenza tra ciò che scegliamo di pubblicizzare e il segmento di pubblico del gruppo di annunci.

Vendita dei prodotti del catalogo (novità)

Questa campagna pubblicitaria è molto simile alla precedente, ma con una particolarità che finora potevano sfruttare solo le grandi aziende pubblicitarie come Zanox, Tradedoubler o Criteo, il cosiddetto Remarketing; ovvero la possibilità di mostrare uno o più prodotti agli utenti di Facebook, all’interno degli spazi pubblicitari della piattaforma, che hanno avuto un interesse verso di essi.

Come funziona? Grazie a un pixel di monitoraggio installato sul nostro e-commerce e a un elenco dei nostri prodotti inviato a Facebook e aggiornato costantemente. Il sistema pubblicitario incrocerà automaticamente i dati raccolti tramite il pixel, con il nostro catalogo prodotti e modificherà dinamicamente l’inserzione pubblicitaria da noi creata, mostrando a un singolo utente, per esempio, i prodotti che lui ha inserito nel carrello ma che non ha ancora acquistato o più semplicemente i prodotti che ha visto sul nostro sito.

Anche con questa campagna è possibile compiere filtri e segmenti tramite gruppi di annunci, ma a differenza della precedente campagna, qui consiglio di operare una ottimizzazione e scelta su quali linee di prodotto conviene effettuare il remarketing e casomai compiere un’ulteriore restrizione sulla tipologia di pubblico che ci interessa, tralasciando per esempio gli utenti “generici” ovvero quelli che visitano il nostro sito senza effettuare nessuna operazione come aggiunta al carrello o registrazione o iscrizione alla newsletter.

Richiesta di offerte

Con questa campagna Facebook dà la possibilità di promuovere un’offerta o promozione, con o senza codice coupon (sconto), all’interno dei suoi spazi pubblicitari.  Negli ultimi mesi, questa tipologia di campagna, è diventata poco utilizzata perché richiede un maggiore “impegno” da parte del cliente a finalizzare una conversione ed è scontato che più rendiamo le cose difficili ai nostri possibili clienti e minore sarà il risultato raggiunto. Infatti l’utente, quando clicca sull’inserzione pubblicitaria, più precisamente sul tasto “Ricevi l’offerta”, riceve una e-mail con le indicazioni, le condizioni, la scadenza della promozione ed eventualmente un codice coupon, che dovrà stampare e consegnare al negozio o attività, nel caso di un’offerta per aziende offline, oppure inserire nel carrello di acquisto nel caso di un sito e-commerce.

Come per la gran parte delle campagne di Facebook, anche questa offre la possibilità di creare diversi gruppi di annuncio e a ognuno assegnare un segmento di pubblico distinto. Il mio consiglio è quello di utilizzarla solo quando ciò che abbiamo da offrire è davvero qualcosa di straordinario; per esempio uno sconto del 10% su un prodotto costoso, una cena per 2 persone a metà prezzo, un omaggio a fronte di un acquisto, etc.

Clic sul sito web

L’obiettivo di questa campagna parla da solo, infatti è la campagna base che tutti i siti, e-commerce e non, dovrebbero avere attiva, soprattutto nella fase di lancio. Il suo funzionamento è davvero semplice perché richiede solo la realizzazione di un annuncio pubblicitario, capace di attirare l’attenzione di più utenti possibili, e scegliere un segmento di pubblico in linea con il sito o la pagina del sito pubblicizzata.  Una volta assegnato un budget pubblicitario, Facebook farà il resto del lavoro, ottimizzando la visualizzazione degli annunci a utenti che potrebbero essere interessati sia tramite il segmento indicato da noi che sulla base di informazioni raccolte con un pixel di monitoraggio installato sul nostro sito.

Acquisizione di contatti

Tra le novità più importanti che Facebook ha introdotto ultimamente per le aziende, di sicuro la più interessante è quella delle inserzioni “Acquisizione Contatti”. In pratica si tratta di campagne che offrono la possibilità di raccogliere inscrizioni, informazioni, preferenze e recensioni, utilizzando dei moduli, con domande aperte o domande a scelta multipla, direttamente all’interno di Facebook, senza quindi dover far uscire fuori dalla piattaforma l’utente. Infatti, gli utenti potranno compilare questi moduli direttamente dal post pubblicitario, quindi senza dover aprire una nuova pagina o finestra oppure visitare un sito esterno a Facebook. Se ne vuoi sapere di più su questa tipologia di campagna leggi questo articolo: Acquisizione contatti su Facebook

Osservazioni finali

Facebook è la piattaforma con più utenti attivi al mondo, quindi scegliere di fare pubblicità al suo interno può essere molto vantaggioso, ma solo se si effettuano le corrette valutazioni e scelte, altrimenti si rischia di fare un buco nell’acqua. Infatti occorre sempre ricordare che gli utenti dei social network sono passivi alla pubblicità e, soprattutto, non stanno navigando sulla piattaforma social alla ricerca di un prodotto o servizio, ma solo per trascorrere del tempo libero.

– Mirko Maiorano