Uno degli errori più comuni su Facebook Advertising è quello di avviare più campagne, o gruppi di inserzioni, che si rivolgono allo stesso pubblico target, facendole così andare in concorrenza tra di loro! In questo articolo ti spiego come evitare la sovrapposizione del pubblico e una best practice nell’ottimizzazione della pubblicità su Facebook.

Come controllare la sovrapposizione del pubblico

Ci sono due metodi per controllare se il pubblico assegnato a un gruppo di inserzioni si sovrappone a un altro tuo pubblico:

  1. tramite lo strumento “Mostra sovrapposizione pubblico” all’interno della pagina di Facebook Ads “Pubblico” (link senza business manager / link con business manager);
  2. tramite lo strumento “Dati statistici sulla pubblicazione” disponibile solo sulle campagne attive nella scheda “Gruppi di inserzione” sotto la colonna “Pubblicazione”.

Strumento “Mostra sovrapposizione pubblico”

Nella pagina “Pubblico” del menù di Facebook Ads puoi creare, eliminare, modificare e gestire i tuoi vari segmenti di pubblico, quelli salvati, personalizzati o simili. Selezionando due segmenti, vedrai abilitato il menù “Azioni”, in cui puoi selezionare la voce “Mostra sovrapposizione pubblico” (vedi immagine sotto).

La schermata che si apre ti mostra quanto, in termini di persone e percentuale, il pubblico 2 si sovrappone al pubblico 1 o viceversa (vedi immagine sotto).

In questo caso solo 440 persone (utenti) del pubblico 2 fanno anche parte del pubblico 1, ovvero l’1%, quindi non occorre ottimizzarlo.

Strumento “Dati statistici sulla pubblicazione”

Questo nuovo strumento permette di analizzare con pochi clic i dati delle campagne attive e verificare subito eventuali sovrapposizioni di pubblico e quindi limitazioni di visibilità. Per accederci entra nella pagina “Gestione Inserzioni” di Facebook Ads, spostati nella scheda “Gruppi di Inserzioni”, passa con il mouse sopra la casella con la scritta “Attivo” nella colonna “Pubblicazione” del gruppo di inserzioni che desideri analizzare. Così facendo si abilita un link “Vedi i dati statistici sulla pubblicazione” (vedi immagine sotto), che ti permette di entrare nello strumento “Dati statistici sulla pubblicazione”.

Tramite il link accedi a una nuova sezione (per ora accessibile solo tramite questa modalità) in cui puoi analizzare tutti i dati di pubblicazione del tuo gruppo di inserzioni.

In particolare, grazie a questo strumento, puoi visualizzare e analizzare i seguenti dati:

  • l’elenco delle modifiche effettuate da te o da Facebook sul gruppo di inserzioni negli ultimi 8 giorni (Cronologia Attività);
  • l’indice di saturazione del pubblico, ovvero quale percentuale del pubblico selezionato ha visualizzato almeno una volta una delle inserzioni del gruppo di inserzioni;
  • la competitività dell’asta, ovvero il grado di competizione tra le tue inserzioni e quelle che partecipano alla stessa asta per lo stesso posizionamento. Per esempio se hai un cambiamento della competitività dell’asta del 10% in più, significa che la tua offerta doveva essere superiore del 10% per poter vincere le aste fuori dalla tua portata che invece hai perso;
  • le metriche di sovrapposizione del pubblico nell’asta, ovvero con quale percentuale le inserzioni di questo gruppo sono andate in concorrenza con altre tue inserzioni di altri gruppi (tasso di sovrapposizione) e quale gruppo di inserzioni, e in che percentuale, è in conflitto con il gruppo analizzato.

Quindi, mentre con il primo strumento puoi verificare di non avere segmenti di pubblico troppo simili tra di loro o con una percentuale di sovrapposizione eccessiva, con quest’altro strumento, ben più efficace, comprendi le effettive conseguenze della sovrapposizione e puoi ottimizzare le tue campagne pubblicitarie senza margini di errore e di valutazione.

Perché evitare la sovrapposizione?

Come ho scritto all’inizio, se hai una sovrapposizione di pubblico rischi di mettere in concorrenza tra di loro le tue inserzioni e, visto che Facebook limita l’esposizione pubblicitaria di un inserzionista a un solo spazio pubblicitario per utente, il gruppo di inserzioni con la performance peggiore, e tutte le inserzioni in esso contenute, verrà bloccato da quello con una migliore performance, con il risultato di non mostrare la tua pubblicità al pubblico da te scelto.

Come evitare la sovrapposizione?

Ci sono diverse tecniche che puoi adottare per evitare una eccessiva sovrapposizione del pubblico. Di seguito trovi qualche esempio generico tratto dalla documentazione del mio corso di formazione di Social Media Advertising (link).

  1. Creare un pubblico personalizzato con tutti gli utenti che hanno visitato il tuo sito Internet e inserirlo tra le esclusioni del gruppo di inserzioni utilizzato per promuovere le visite al tuo sito internet. In questo modo la tua campagna si ottimizzerà automaticamente, mostrando le tue inserzioni solo a nuovi utenti. In questo caso ti consiglio di creare anche un secondo gruppo di inserzioni rivolto solo al pubblico personalizzato creato, in modo da effettuare un retargeting o remarketing su questi utenti con un messaggio pubblicitario diverso.
  2. Creare diversi tipo di pubblico, salvati ognuno con un solo interesse specifico di terzo o quarto livello e inserendo degli interessi esclusi. Ad esempio, se vuoi pubblicizzare il tuo negozio di scarpe sportive, potresti creare un pubblico salvato utilizzando l’interesse degli utenti verso uno sport specifico in base alle categorie di scarpe (tennis, calcio, running, etc…) ed escludere gli interessi verso tutti gli altri sport. In questo modo avresti diversi gruppi di inserzioni, ognuno ottimizzato a seconda della tipologia di scarpa che vuoi promuovere e saresti sicuro che, a un utente che ha diversi interessi, venga mostrata sempre una inserzione coerente.
  3. Se vuoi aumentare l’interazione con i post della pagina e il pubblico di riferimento è sempre lo stesso, inserisci tutte le inserzioni all’interno dello stesso gruppo e utilizza l’ottimizzazione “Impression”. In questo modo ti assicuri che il singolo utente veda i vari post da te pubblicizzati. L’unica “controindicazione” di questa soluzione è data dal rischio di rompere troppo le scatole agli utenti e, quindi, avere una frequenza della singola inserzione sopra al 5/6. Se scegli questa strada, occhio alle metriche delle tue inserzioni.

Conclusioni

Come vedi occorre un minimo di ingegno quando crei le tue campagne pubblicitarie e, soprattutto, una visione allargata della situazione. Non dare nulla per scontato, controlla e analizza il tuo operato giornalmente, usa le impostazioni avanzate messe a disposizione da Facebook Ads come le opzioni di inclusione ed esclusione di pubblico o di interessi, non esagerare nella scelta degli interessi (avere un interesse verso lo Sport non è uguale ad essere sportivi) e ricordati sempre di scrivere il funnel di conversione del tuo obiettivo (percorso), perché solo così puoi intervenire adeguatamente sulle tue campagne e ottimizzarle al meglio.

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo con un amico a cui potrebbe interessare.

Inoltre, se non vuoi perderti i miei prossimi articoli, attività, corsi e workshop, iscriviti alla mia newsletter: clicca qui!

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami

Ti suggerisco questi altri articoli:

  • 4
    Shares