Il servizio gratuito di Google My Business si arricchisce di una nuova funzione: la pubblicazione di aggiornamenti (post). Tutte le aziende iscritte a Google My Business (se non sei iscritto, fallo subito!) tramite questo update possono ampliare la loro scheda pubblicando le ultime novità che la riguardano. La scheda di Google My Business, per intenderci, è quella che esce nei risultati di ricerca quando un utente cerca la tua azienda.

Quali aggiornamenti puoi pubblicare su My Business?

Puoi pubblicare un post composto da una foto, un testo di massimo 300 parole e un pulsante (Call To Action) con link. In caso di pubblicazione di un evento è possibile inserire anche il titolo dell’evento e le date di inizio e fine.

Per quanto riguarda il contenuto, puoi pubblicare solo notizie e aggiornamenti strettamente legati alla tua attività, come ad esempio:

  • un nuovo prodotto o servizio
  • una promozione
  • un evento
  • un’informazione rilevante
  • un nuovo articolo del blog aziendale

Invece non puoi pubblicare:

  • Contenuti ripetitivi o privi di senso, con errori ortografici o caratteri ingannevoli, contenuti automatizzati o disturbanti (come effetti stroboscopici, immagini sfocate o di scarsa qualità e contenuti non leggibili)
  • Immagini che distraggono l’attenzione dell’utente
  • Link a siti non pertinenti all’attività
  • Contenuti promozionali imprecisi che non informano l’utente, del tutto o chiaramente, sulle modalità di fatturazione o addebito
  • Tutto ciò che viola le norme di pubblicazione di Google, come per esempio contenuti per adulti, virus, attività di phishing, etc.

Come sfruttare questa novità?

L’opportunità più grande è quella di poter aggiungere ulteriori informazioni sulla tua attività quando qualcuno ti cerca su Google!

Grazie l link che puoi inserire nel pulsante (Call To Action) puoi far atterrare i tuoi potenziali clienti su una determinata pagina (landing page) del tuo sito internet o e-commerce, con una promozione o un articolo interessante, e aumentare il tasso di conversione (rapporto tra visite e vendite).

Tutto questo senza budget pubblicitari o investimenti in ambito SEO!

In parole povere, sfrutta l’opportunità di promuovere a livello organico ciò che hai messo in evidenza sulla tua home page prima ancora che l’utente acceda al tuo sito!

Ti sta piacendo l'articolo?
Metti mi piace alla mia pagina Facebook e resta aggiornato sulle mie attività 🙂

Le Call To Action utilizzabili sono:

  • Ulteriori informazioni
  • Prenota
  • Registrazione
  • Acquista
  • Salva offerta

Infine ti consiglio di utilizzare un monitoraggio personalizzato per le URL, che inserirai come landing page nel post su Google My Business, così da poter analizzare quali informazioni o aggiornamenti risultano più interessanti e redditizi per i tuoi clienti e quali no. Per poter monitorare le URL ti suggerisco due strumenti facili e gratuiti di Google:

  1. Campaign URL Builder da utilizzare insieme a Google Analytics
  2. Google URL Shortener da poter utilizzare anche senza Google Analytics

Cosa posso aggiungere di più se non un “Bravo Google!” 🙂

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami

Facebook Comments