Stai avviando una startup o una nuova attività imprenditoriale? In questo articolo trovi 5 test per validare subito la tua idea di business tramite gli strumenti pubblicitari di Facebook Ads e ottimizzare le tue risorse finanziarie in questa fase iniziale.

1. Campagna Generazione Contatti su Facebook Ads

È il test più economico di tutti in quanto non serve avere un sito internet o creare una landing page. Infatti, la caratteristica principale di questa tipologia di campagna è che puoi fare acquisizione attraverso un modulo precompilato con i dati dell’utente direttamente all’interno di Facebook.

I dati vengono presi da quelli impostati dall’utente su Facebook, come ad esempio: nome e cognome, numero di telefono, email, città, etc.

Il funzionamento è molto semplice. Si tratta di una inserzione testuale, corredata con un’immagine o un carosello di immagini o un video o uno slideshow, e una call-to-action che al clic apre una mini landing page interna, all’interno di Facebook, contenente un secondo testo descrittivo del servizio o del prodotto, un’immagine e il modulo precompilato con i dati dell’utente.

L’utente, a questo punto, non deve far altro che confermare l’invio dei suoi dati senza dover riempire nessun modulo contatti.

L’inserzionista potrà recuperare i dati acquisiti dalla campagna pubblicitaria scaricandoli in un file csv direttamente dalla sua pagina Facebook.

Quando si utilizza questa tipologia di campagna pubblicitaria, all’interno della pagina si attiva questa nuova funzionalità all’interno del menù Strumenti di pubblicazione > Moduli delle inserzioni per acquisizione contatti > Libreria dei moduli.

Grazie a questo test veloce ed economico è possibile validare l’interessamento del tuo target verso:

  • un nuovo servizio
  • un nuovo prodotto
  • un evento
  • una nuova app (sottoscrizioni lista beta test)

Le metriche da tenere d’occhio con questo test sono:

  • numero di clic sul pulsante al fine di valutare l’efficacia dell’inserzione
  • numero di invii del modulo di acquisizione dei contatti per valutare l’efficacia del modulo
  • numero di conversioni (vendite, sottoscrizioni, partecipazioni, interessamento) per validare l’idea di business

Naturalmente, come tutti i processi di validazione, prima di arrivare a un risultato certo, occorre effettuare diversi A/B test dei vari elementi, come ad esempio:

  • immagini a corredo dell’inserzione o formati diversi (slideshow, video o carosello)
  • testi differenti (più scherzoso, più serio o più professionale)
  • pubblico destinatario della campagna (interessi, età, sesso, luogo, etc.)
  • moduli di acquisizione (landing page) differenti
  • etc…

2. Campagna Messenger con o senza Bot

Anche in questo caso, il test di validazione è abbastanza economico, in quanto non è necessario costruire una landing page, ma si possono sfruttare tutti gli strumenti messi a disposizione da Facebook.

Cosa ti serve per poter utilizzare questa campagna:

  • una pagina Facebook
  • un account pubblicitario di Facebook
  • opzionale (avanzato) un applicazione Bot compatibile con Messenger

Il funzionamento, anche qui, è molto semplice:

  1. crea una campagna pubblicitaria con obiettivo Messaggi
  2. scegli l’opzione “Clic che rimanda a Messenger”
  3. configura il tuo pubblico target, il budget e la pianificazione del gruppo di inserzioni
  4. scegli uno dei formati pubblicitari disponibili (post con carosello, post con immagine singola, post con video o slideshow)
  5. scrivi il testo del tuo post
  6. scegli se utilizzare un modello standard o personalizzato di messaggio automatico all’apertura di messenger dopo il clic dell’utente
  7. imposta il messaggio di benvenuto e le eventuali opzioni da mostrare all’utente.

Se cerchi qualcosa di ancora più avanzato, puoi impostare un servizio Bot (ad esempio ManyChat o ChatFuel) che riesca a proseguire autonomamente la conversazione avviata dall’utente tramite un percorso che avrai disegnato tu.

Con questo test di validazione riuscirai a dialogare direttamente con i tuoi potenziali clienti e a comprendere meglio le loro necessità e le opinioni verso la tua offerta.

Questo test è utile per validare:

  • un nuovo servizio tramite per esempio la formulazione di un preventivo su misura
  • un nuovo prodotto, cercando di portare l’utente ad effettuare un pre-ordine
  • un evento, per l’iscrizione nella lista d’attesa delle prevendite
  • una nuova app con proposta di download della versione beta (testing)
  • tante altre cose… 🙂

3. Campagna conversioni con Landing Page

È il più classico dei test di validazione. L’utente clicca sull’inserzione pubblicitaria, atterra su una landing page e compie un’azione importante misurabile, come ad esempio: registrazione alla newsletter, richiesta di un preventivo, completamento di un ordine, iscrizione alla lista di beta test dell’app, sottoscrizione di un abbonamento, etc.

In questo caso le attività da mettere in opera sono un po’ più care degli altri due casi descritti in quanto, oltre la spesa pubblicitaria, c’è da realizzare una landing page efficace ed efficiente.

Cosa ti serve per poter utilizzare questa campagna:

  • una pagina Facebook
  • un account pubblicitario di Facebook
  • una landing page con il pixel di Facebook installato correttamente per il monitoraggio degli eventi

Se vuoi provare a realizzare autonomamente la tua prima landing page, puoi utilizzare uno dei seguenti tool con piani gratuiti:

  • ontrapages.com
  • xtensio.com
  • ucraft.com

Come ho scritto sopra, ogni test di validazione va a sua volta testato modificandone alcuni fattori. In questo caso puoi eseguire degli A/B sulla landing page, se noti che ricevi tante visite e poche conversioni, oppure sulla campagna pubblicitaria di Facebook, se noti che la tua inserzione riceve pochi clic.

4. Campagna Interazioni con i post più Remarketing

Questo test mi piace assai perché la qualità degli utenti acquisiti è più elevata, anche se richiede dei tempi più lunghi e anche un budget pubblicitario più alto. Infatti, a differenza degli altri test, questo si divide in due fasi:

  1. una campagna di Awareness (notorietà) attraverso post informativi (non commerciali) promossi su target leggermente differenti (cambio interesse, cambio età, cambio località).
  2. una campagna di Remarketing con delle inserzioni più commerciali selezionando come pubblico gli utenti che hanno interagito con i post della tua pagina,

Queste due fasi garantiscono dei risultati migliori in quanto gli utenti che vedranno il messaggio pubblicitario che mira a portare una conversione, saranno già entrati in contatto con il tuo brand e i tuoi contenuti, in pratica saranno più pronti ad effettuare un’azione importante dal punto di vista commerciale.

Questo test si può effettuare con ogni genere di business, digitale e non. Immagina di voler aprire un ristorante di carne e non sai ancora quale tipologia di pubblico è più affine alla tua offerta. Testando i tuoi post su diversi target riuscirai a selezionare una cerchia di utenti più propensi a cui poi mostrare la campagna pubblicitaria di apertura del ristorante.

Oppure, se stai progettando una nuova applicazione mobile, prima di completarla, testa l’efficacia della tua soluzione su Facebook tramite post informativi promossi a livello pubblicitario. In questo modo otterrai due risultati: puoi capire se l’app interessa veramente a qualcuno e avrai già un pubblico pronto a scaricarla quando la caricherai sullo store.

Cosa ti serve per poter utilizzare questa campagna:

  • una pagina Facebook
  • un account pubblicitario di Facebook
  • un pubblico personalizzato riempito con le persone che hanno interagito con qualsiasi post o inserzione della tua pagina Facebook

La cosa bella di questo test è che la campagna di remarketing non deve per forza avere come destinazione una landing page, ma potresti scegliere di far atterrare gli utenti su un modulo di acquisizione contatti di Facebook (visto sopra), su Messenger, su una pagina evento oppure sullo store per il download dell’app.

Se vuoi aumentare ancora di più la validità di questo test, puoi utilizzare il formato Canvas come post. Infatti, pochi sanno che è possibile creare un pubblico personalizzato di persone che hanno interagito con una specifica unità Canvas.

Questo upgrade ti permette, quindi, di testare diverse tipologie di offerta, di prodotto o di servizio e poi mantenere solo quelle che hanno riscontrato più successo ed effettuare una campagna di remarketing a un pubblico decisamente più pronto.

Infine, grazie a questo test puoi creare anche un pubblico simile (lookalike), partendo dal tuo pubblico personalizzato, per scovare nuovi potenziali clienti.

5. Campagna traffico con unità Canvas e destinazione Messenger

Quest’ultimo test di validazione è da power ranger di Facebook Ads. 🙂 In questo caso, infatti, si utilizzano ben tre funzionalità di Facebook contemporaneamente: campagna con obiettivo traffico, una unità canvas e messenger come destinazione finale.

Questo test ha il vantaggio di avere un funnel di conversione abbastanza completo senza utilizzare landing page o strumenti esterni di Facebook.

Funziona in questo modo:

  1. crea una campagna pubblicitaria con obiettivo traffico e ottimizzazione Click sul link
  2. configura il tuo pubblico target, il budget e la pianificazione del gruppo di inserzioni
  3. scegli uno dei formati pubblicitari disponibili (post con carosello, post con immagine singola, post con video o slideshow)
  4. scrivi il testo dell’inserzione in grado di stimolare curiosità negli utenti
  5. aggiungi l’esperienza a schermo intero (canvas) alla tua inserzione
  6. all’interno degli elementi del Canvas che prevedono una URL inserisci l’indirizzo di Messenger della tua pagina (es.: https://m.me/mirkomaiorano.it)
  7. nel campo URL del sito web dell’inserzione pubblicitaria inserisci l’indirizzo di Messenger della tua pagina (es.: https://m.me/mirkomaiorano.it)
  8. Imposta un messaggio di benvenuto su Messenger o, ancora meglio, un Bot.
  9. pubblica e attendi i messaggi dei tuoi potenziali clienti. 🙂

Grazie a questo test potrai stimolare l’interesse verso il tuo prodotto o servizio tramite l’inserzione pubblicitaria, dare ulteriori informazioni grazie al canvas e ingaggiare immediatamente una conversazione con gli utenti tramite Messenger.

Cosa si può volere di più? In pratica ti ritroverai un funnel di conversione bello che fatto su cui, in futuro, potrai fare ulteriori attività come ad esempio il remarketing a chi ha aperto il canvas o a chi ti ha scritto su Messenger.

Conclusioni

I test che ti ho appena descritto sono solo alcuni di quelli che si possono fare tramite Facebook, quindi usa la fantasia e pensa fuori dagli schemi. Non avere timore di fare buchi nell’acqua o errori, ma testa, sperimenta e fai pratica, perché ogni strada che percorrerai ti insegnerà qualcosa che ti permetterà di raggiungere i tuoi obiettivi di successo.

© Mirko Maiorano

Ti è piaciuto l'articolo?

Metti un mi piace alla mia pagina Facebook e restiamo in contatto.
Se non vuoi perderti neanche un mio articolo, iscriviti alla newsletter, clicca qui!

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami

Ti suggerisco questi altri articoli:

  • 1
    Share