L’evoluzione del marketing è iniziata già da qualche anno, ciò nonostante sono davvero poche le aziende e le agenzie di consulenza che fruttano le potenzialità del marketing automation e dell’inbound marketing.

Cos’è il Marketing Automation?

Con Marketing Automation si definisce una applicazione web (software) o una piattaforma con cui poter svolgere una attività di gestione, coinvolgimento, follow-up, monitoraggio e analisi dei lead (potenziali clienti) al fine di trasformarli in reali clienti. Infatti, grazie a questa tipologia di programmi, è possibile seguire e monitorare le attività dei lead raccolti quando tornano a visitare il nostro sito e in base alle loro azioni decidere di attivare operazioni di marketing per finalizzare il loro processo di acquisizione.

Cos’è l’Inbound Marketing?

È un’attività di marketing finalizzata a generare interesse dei potenziali clienti verso i tuoi prodotti o servizi nel momento in cui loro manifestano un bisogno o una necessità, coinvolgerli con contenuti specifici e “guidarli” attraverso il tuo funnel di conversione. Detta in parole povere è il contrario del marketing di disturbo o d’interruzione come le pubblicità in TV, i banchetti nei centri commerciali, il telemarketing, il porta a porta, etc.

Sembra una cosa semplice, ma non è così. All’interno dell’inbound marketing, infatti, troviamo tantissime tipologie di attività molto complesse e che necessitano di un’alta formazione professionale e competenza:

  • il content marketing: creazione di diverse tipologie di contenuti informativi in grado di intercettare le richieste degli utenti durante la loro navigazione su internet;
  • il social media marketing (SMM): se nel content marketing si producono i contenuti, con quest’altra attività ci si concentra alla loro distribuzione sfruttando tutte le potenzialità dei social network;
  • il search engine marketing (SEM): li abbiamo creati, li stiamo distribuendo sui social, ora con l’attività di SEM ci concentriamo sul farli trovare facilmente dalle persone che li stanno cercando;
  • l’online advertising PPC (pay-per-click): un po’ di spinta pubblicitaria non guasta mai, soprattutto nelle straordinarie occasioni in cui il nostro potenziale cliente sta cercando un prodotto o servizio simile al nostro.
  • IoT (Internet-of-Things): last but not least questa magnifica attività che ti permette di coinvolgere i tuoi potenziali clienti su diversi dispositivi e mezzi nel loro momento del bisogno. Giusto per fare un esempio facile facile: un’app di archiviazione e gestione delle carte fedeltà che si auto attiva in prossimità di un negozio tra quelli da te inseriti.

Come ottimizzare l’inbound marketing con una piattaforma di Marketing Automation?

Partiamo da un esempio “banale”:

  1. un utente cerca informazioni sull’inbound marketing;
  2. tra i vari risultati su Google trova un mio articolo che parla di inbound marketing (ovvero questo);
  3. dopo aver letto l’articolo decide di iscriversi alla mia newsletter (fallo anche tu 🙂 );
  4. in base al mio funnel di conversione io lo considero già un lead in quanto ha dimostrato un interesse verso i miei servizi;
  5. essendo passato da semplice utente “anonimo” a lead con un dato di contatto (l’email), il mio software di marketing automation inizia a monitorarne le attività;
  6. dopo qualche giorno, lo stesso utente visita di nuovo il mio sito per chiedermi una consulenza;
  7. davanti al modulo contatti però si blocca e decide di abbandonare il percorso di conversione;
  8. grazie al software di marketing automation che uso sul mio sito che monitora le attività dei miei lead, ho l’opportunità di provare a recuperare il contatto perso chiedendo al software di inviare in automatico un’e-mail all’utente e offrirgli, ad esempio, un primo incontro di un’ora di consulenza gratuita.

Come puoi notare in nessuno dei vari passaggi di questo funnel è stato stato necessario un mio intervento, ma è stato il software, ben configurato e installato, che ha fatto tutto il lavoro al posto mio. Ecco perché si chiama Marketing Automation. 😉

Quale piattaforma di Marketing Automation uso?

Sono davvero felice di presentarti LeadBI, una start-up nata nella mia regione (Abruzzo), ma con un carattere e un’anima internazionale. Ho avuto il piacere di conoscere di persona Nicolò Capone, uno dei fondatori, un ragazzo con un forte spirito imprenditoriale, appassionato di tecnologia e programmazione ed esperto di email marketing. Da lui è nata l’idea di sviluppare questa piattaforma eccezionale.

LeadBI piattaforma di marketing automation

Le principali funzionalità di LeadBI

  • analisi e monitoraggio dei dati sulle visite e sui visitatori (un mini Google Analytics);
  • analisi SEO del sito con diversi suggerimenti di ottimizzazione;
  • analisi e monitoraggio delle attività sui social network;
  • tracciamento delle visite dei visitatori identificati tramite i moduli già presenti sul tuo sito (contatti, commenti, newsletter, chat, etc.);
  • tracciamento delle visite degli utenti anonimi (numero di volte, pagine viste, tempo sulla pagina);
  • tracciamento delle comunicazioni e-mail inviate (aperture, clic, conversioni, etc.);
  • creazione, gestione e invio di campagne di e-mail marketing;
  • gestione dei lead e dei clienti provenienti da altre fonti tramite l’importazione di file CSV;
  • CRM interno con possibilità di personalizzare alcuni campi e profilare meglio sia i clienti che i lead;
  • mezzi e sistemi di comunicazione automatici (pop-up, email one-to-one, email automatizzate, etc.);
  • reportistica molto dettagliata e ben curata con grafici e tabelle;
  • integrazione con i principali software di email marketing (es. MailChimp);
  • ottimo servizio di assistenza tecnica.

Il vantaggio di utilizzare una piattaforma come questa è sicuramente quello di avere tutto, davvero tutto, a portata di mano! Inoltre, grazie alle sue numerose funzionalità, le modalità di utilizzo sono davvero infinite. LeadBI, infine è sempre gratuito fino a 50 contatti identificati e gestisti.

Vuoi provare gratuitamente LeadBI per 30 giorni? Clicca qui e inizia subito a sfruttare le potenzialità del marketing automation.

Ti è piaciuto l'articolo?

Metti un mi piace alla mia pagina Facebook e restiamo in contatto.
Se non vuoi perderti neanche un mio articolo, iscriviti alla newsletter, clicca qui!

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami

Ti suggerisco questi altri articoli:

  • 67
    Shares