In questo articolo e nel prossimo cercherò di illustrarti con parole semplici come si compone un buon piano marketing che sia online o offline. Prima di iniziare nella descrizione dei vari step, ci tengo a precisare che il Marketing non è solo Pubblicità! 

Ecco infatti come viene definita la parola Marketing da AMA (American Marketing Association) nel 2013: “Marketing is the activity, set of institutions, and processes for creating, communicating, delivering, and exchanging offerings that have value for customers, clients, partners, and society at large. “

Ovvero tradotto in italiano:

“Il Marketing è l’attività, l’insieme di organizzazioni e processi volti alla creazione, alla comunicazione, alla distribuzione e allo scambio di prodotti o servizi che hanno un valore per i consumatori, i clienti (business), i collaboratori e tutta la società in generale.”

Fonte: https://www.ama.org/AboutAMA/Pages/Definition-of-Marketing.aspx

Quindi non bisogna intenderla come esclusiva attività promozionale o pubblicitaria, ma bisogna pensarla con l’insieme di competenze, fasi e ruoli che guidano ogni tuo processo aziendale. Coinvolgi l’ufficio o l’agenzia marketing prima di prendere delle decisioni sull’attività, in modo da migliorare e analizzare tutti gli aspetti positivi e negativi ed eventualmente correggere uno o più passaggi prima di fare investimenti azzardati.

Analisi preliminare

Questa fase è di sicuro la più importante di tutte, è quella da cui emergono i dati su cui poter impostare il tuo piano di azione, la tua strategia.

Come si effettua una buona analisi? Quali sono i dati da considerare?

Il mio consiglio è quello di rivolgerti a un bravo professionista, ma se vuoi procedere da solo, ecco una serie di domande che ti puoi porre e a cui cercare di dare una risposta:

  • Quali sono i miei principali concorrenti?
  • Qual è il loro “lato debole”?
  • Che trend di mercato ha il mio prodotto o servizio negli ultimi12 mesi?
  • Perché un cliente dovrebbe scegliere il mio prodotto o servizio?
  • Il mio prodotto o servizio necessita di un supporto qualificato pre o post vendita?
  • Qual è il mio attuale costo di acquisizione cliente (CPA)?
  • Quanti clienti riesco a servire al giorno con la mia attuale struttura aziendale?
  • Ho nel mio organico del personale qualificato per le attività di marketing o social media management?
  • Conosco le leggi e i regolamenti del mio mercato?
  • Ho nel mio organico chi parla Inglese o altre lingue straniere?
  • Nella mia azienda conosco e/o valuto costantemente gli indici di misurazione per valutare le mie attività? Se si, quali e con che dati medi negli ultimi 12 mesi?

Oltre queste domande ce ne sarebbero tante altre, ma è già un buon inizio. Inoltre stilare anche un elenco di 10-15 parole chiave per ogni linea di prodotto o servizio che offri può essere utile per affrontare gli altri step.

Obiettivi Strategici

Come ho scritto in altri miei articoli, focalizzare l’attività di marketing in obiettivi concreti e realistici può fare la differenza tra un successo e un buco nell’acqua.

Come si definisce un buon obiettivo?

Il modo migliore, dal mio punto di vista, è quello di osservare i dati che sono emersi dalla analisi preliminare per poi definire, in base anche al budget a disposizione, quali obiettivi perseguire.

Questo breve elenco di obiettivi ti può aiutare nella scelta:

  • Sviluppare un nuovo prodotto o servizio.
  • Lanciare un nuovo prodotto o servizio;
  • Aumentare le vendite;
  • Aumentare i visitatori o gli ingressi nel sito/negozio;
  • Migliorare la comunicazione;
  • Accrescere la Loyalty verso l’azienda o il prodotto/servizio;
  • Creare o migliorare il Trust;
  • Risposta ad un evento;
  • Aumentare la popolarità sui social network;
  • Branding;
  • Aumentare gli iscritti alla newsletter.

Concentrarsi su uno o più obiettivi sta a te deciderlo, ma tieni sempre a mente che più ne sono e maggiore sarà lo sforzo in termini di tempo e denaro che dovrai impiegare.

Il mio consiglio? Imposta delle priorità tra i tuoi obiettivi e affrontale una alla volta, così da creare profitto e poter continuare a investire su altri obiettivi.

Per il momento fermiamoci qui, hai già tanto lavoro da fare. La seconda parte di questo articolo la troverai presto online. Infine se non conosci la definizione di qualche termine che ho usato, nei prossimi articoli verranno affrontati e spiegati.

Ti suggerisco questi altri articoli: