In questo caso studio trovi una delle tante ottimizzazioni che si possono applicare alle campagne pubblicitarie Shopping su Google AdWords e che ho sperimentato su un mio cliente.

Situazione iniziale

Tasso di conversione di Google AdWords: 0,40%

Tasso di conversione medio degli altri canali: 1,17%

Periodo di riferimento: marzo – aprile 2017

Obiettivo: aumentare il tasso di conversione di Google AdWords

Periodo di esperimento: 60 giorni

Risultati a conclusione dell’esperimento

Tasso di conversione di Google AdWords: +30%

Entrate da canale Google AdWords: +54%

Transazioni: +79%

Periodo di riferimento: maggio – giugno 2017

Esperimento su campagne Adwords

Raccolta dati

Per raccogliere i dati sul comportamento degli utenti e sul traffico ho usato i rapporti di Google AdWords e di Google Analytics. In particolare ho monitorato gli eventi: “Visualizzazione di un prodotto”,  “Aggiunta al carrello”, “Avvio procedura di Checkout” e “Acquisto”.

Analisi dei dati

Dai rapporti estratti da AdWords e Analytics, ho analizzato il comportamento e le preferenze degli utenti provenienti dalle campagne pubblicitarie e ho individuato due fattori fondamentali:

  1. alcuni prodotti erano molto ricercati, ma poco acquistati e quindi abbassavano le performance delle campagne pubblicitarie e influivano negativamente sul tasso di conversione;
  2. altri prodotti avevano buoni tassi di conversione, ma erano limitati nell’esposizione pubblicitaria dai prodotti molto ricercati a basso rendimento.

Descrizione esperimento

Una volta individuate le caratteristiche delle campagne pubblicitarie da ottimizzare, ho creato una nuova campagna “Best Seller” per i prodotti con un tasso di conversione sopra l’1% negli ultimi 90 giorni e ho escluso gli stessi dalle altre campagne pubblicitarie.

Per poter svolgere questo esperimento non ho utilizzato un budget extra, ma ho ridistribuito quello disponibile tra le varie campagne e attivato una regola automatica solo su quella nuova che prevede un incremento del budget del 10% ad ogni variazione positiva settimanale del tasso di conversione.

Al termine dei 60 giorni dell’esperimento, i dati della nuova campagna pubblicitaria, rispetto al periodo precedente, erano:

  • budget giornaliero +100% dal valore iniziale
  • tasso di conversione +30%
  • entrate generate +155%
  • ROAS (return on advertising spend) +28%

Inoltre a livello di account pubblicitario, ovvero l’insieme di tutte le campagne pubblicitarie attive, i dati a fine esperimento erano:

  • budget pubblicitario complessivo +33%
  • tasso di conversione +30%
  • entrate generate +85%
  • ROAS (return on advertising spend) +40%

Alla fine dell’esperimento ho mantenuto la nuova campagna pubblicitaria e ho sospeso la pubblicità dei prodotti ad alto traffico e basso rendimento, al fine di migliorare ancora di più il tasso di conversione e la spesa pubblicitaria.

Conclusioni

Senza un’adeguata e prolungata raccolta e analisi dei dati era impossibile per me interpretare il comportamento degli utenti che provenivano dalle campagne pubblicitarie su Google AdWords. Quando ho a che fare con aziende che vendono online, la maggior parte della mia consulenza si sofferma su cosa monitorare e come, perché avere una buona configurazione iniziale può fare realmente la differenza in termini di ottimizzazione e, di conseguenza, di fatturato.

Se non è chiaro il problema, figuriamoci la soluzione! Condividi il Tweet

Ti lascio con un consiglio frutto dei miei anni di esperienza e che pochi dei miei colleghi seguono: è antieconomico e improduttivo pubblicizzare su tutti i canali (AdWords, Facebook, Bing, etc.) tutti i prodotti di un e-commerce perché, oltre ad aver bisogno di budget molto alti, ogni canale ha un pubblico con specifiche caratteristiche e preferenze e la soluzione migliore è offrire al potenziale cliente solo ciò che lui desidera e dove lui lo cerca. Come si effettua questa scelta? Raccogli i dati, analizzali e ottimizza le tue campagne pubblicitarie sui vari canali!

© Mirko Maiorano

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo con un amico a cui potrebbe interessare.

Inoltre, se non vuoi perderti i miei prossimi articoli, attività, corsi e workshop, iscriviti alla mia newsletter: clicca qui!

Vuoi parlarmi o incontrarmi? Scopri come farlo visitando la pagina Contattami

 

Ti suggerisco questi altri articoli: